Venezia Contemporanea Tour

VENICE, ITALY - JUNE 04: General view during the opening of Fondazione Prada's Exhibition 'Art Or Sound' on June 4, 2014 in Venice, Italy. (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images for Prada)

Venezia si trova a sole 2h30 di viaggio in treno da Milano, ideale per arricchire il proprio soggiorno durante il periodo dell’Expo Milano 2015.
La città lagunare è ricca, oltre al vasto patrimonio storico, artistico ed architettonico, di numerosi progetto firmati da grandi nomi dell’architettura moderna e contemporanea italiana ed internazionale.
Il Ponte della Costituzione dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava ne è il primo esempio; uno scheletro rosso proteso in avanti, che collega i Nuovi Uffici del Tribunale a firma dello studio C+S. Il complesso era la sede dell’Ex Manifattura Tabacchi, oggi è una volumetria compatta rivestita in rame ossidato in bilico tra storia e contemporaneità. Non può mancare un tour sulla nuova funicolare terrestre completamente automatizzata, la People Mover disegnata da Francesco Cocco, che collega l’isola del Tronchetto a piazzale Roma, passando per la zona Marittima.
Merita una visita le Gallerie dell’Accademia, tempio della pittura veneta da poco riaperto dopo l’intervento di recupero di Tobia Scarpa, che si affaccia sul Canal Grande, la via d’acqua per eccellenza dello sfarzo della storica nobiltà veneziana. Tra gli splendidi edifici che vi si affacciano c’è Palazzo Grassi, sede della Fondazione Pinault di arte contemporanea, restaurato all’interno dall’archistar Tadao Ando.
Altra sede dedicata all’arte contemporanea è la Fondazione Prada a Ca’ Corner della Regina riaperta secondo il progetto di Rem Koolhaas.
Per gli appassionati della musica e del teatro non può mancare una visita al gran teatro veneziano della Fenice, costruio nel 1792 e ristrutturato nel 2003 da Aldo Rossi.
A Campo Santa Maria Formosa e un po’ nascosto tra i cinquecenteschi edifici, si trova la Querini Stampalia, una delle storiche bibblioteche della città e dove al pian terreno, ridisegnato da Carlo Scarpa e Mario Botta, sono ospitate numerose mostre temporanee.
Tappa obbligatoria a Piazza San Marco, dove al numero 101 si affacciano le vetrine del Negozio Olivetti aperto nel 1958 a firma di Carlo Scarpa e magnifico esempio dell’architettura italiana del ’900. 
A pochi passi Ca’ Giustinian, storica sede della Biennale, dove dal panoramico terrazzo si può gustare lo spritz, tipico aperitivo veneziano.
Proprio di fronte, sul Bacino San Marco, un giro è consigliato sull’Isola di San Giorgio dove ha sede la Fondazione Giorgio Cini, un ex convento benedettino in cui sono conservate le straordinarie testimonianze architettoniche cinque e seicentesche di Palladio, Buora e Longhena, nonché mostre temporanee di artisti contemporanei di fama mondiale.
Oltre ad una visita alla splendida collezione conservata nell’abitazione veneziana della celebre Peggy Guggenheim a Palazzo a Palazzo Venier dei Leoni, non si può lasciare Venezia senza prima aver raggiunto l’Arsenale, la più antica fabbrica navale al mondo oggi spettacolare sede della Biennale di Venezia.

MILAN CITY WALKS