14 marzo 2017

“Immersions Series” di Arman a Milano

Per la prima volta in Italia, tredici opere di uno degli artisti più prolifici e innovativi della seconda metà del XX secolo, in mostra alla Cardi Gallery di Milano. L’artista è Arman e le opere dal titolo “Immersions Series”, sono state create alla fine degli anni ‘90.

Ognuna di esse è costituita in parte da un oggetto domestico, applicato ad una tela e coperto da pittura acrilica. L’impressione è che gli oggetti sono stati immersi in un liquido viscoso per poi emergere in superficie. Infatti, nel creare queste opere, Arman aveva in mente dei paesaggi tragicamente inquinati, degli habitat umani sommersi dall’olio o dal fango.

Francese di nascita e naturalizzato americano, Arman ha abbinato pittura e materia fin dall’inizio della sua carriera artistica. In principio usava gli oggetti come stampi per le impronte sulla pittura o come il timbro fa con l’inchiostro. In seguito ha iniziato ad incorporare gli oggetti nella stessa sua arte pittorica. Tra i concetti che lo hanno portato alla fama internazionale si elencano le Accumulations e le Poubelles (elementi di spazzatura). In diversi modi ha affettato, fracassato e bruciato gli oggetti prima di disporli sulla tela.

Le “Immersions Series” sono venute più tardi, quando Arman aveva ampiamente esteso e variato il tema delle accumulations ed era conosciuto per almeno un paio di sculture monumentali.

La Cardi Gallery è in Corso di Porta Nuova, al civico 38. La mostra, curata in collaborazione con Corice Arman e la Arman Marital Trust, è visitabile fino al 23 giugno 2017 ed è complementata da un libro sull’artista.

MILAN CITY WALKS