21 dicembre 2016

Fondazione Feltrinelli a Milano

Photo by Filippo Romano

La Fondazione Feltrinelli ha una nuova casa, grazie al tocco inconfondibile degli archistar Herzog & de Meuron. Appena a nord dal centro di Milano, vicinissima alla zona di Porta Nuova nota per aver rivoluzionato lo skyline milanese, una cattedrale laica si erge per un progetto dedicato alla città e i suoi cittadini, denominato ‘Feltrinelli per Porta Volta’.
L’edificio, destinato alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, è un archivio storico e un centro per lo studio e la ricerca internazionale. Fa parte di un masterplan pubblico di riqualificazione dell’area di Porta Volta con in progetto lo sviluppo di un boulevard verde, piste ciclabili e complessi che ospiteranno caffetterie, ristoranti e negozi.
10.598 m², e per essere precisi: lunga 188 m, stretta 16 m per 32 m di altezza, è la struttura in vetro che si ergerà come nuovo asse di comunicazione tra il centro storico e il Cimitero Monumentale, in un design dalla trasparenza lineare e architettura lineare, tipica nella zonizzazione rurale in Lombardia, nonché perfettamente in sintonia con lo spirito Feltrinelli.
Qui, la Fondazione intende ripercorrere la storia, quando dal 1949 Giangiacomo Feltrinelli, pochi anni prima di fondare una delle più grandi case editrici italiane, aveva avviato un archivio di storia contemporanea. Oggi quel archivio conta ben 200.000 libri, 17.500 riviste, 1,5 milioni di documenti e 20.000 fotografie.
Contenuti di grande valore che per ben conservazione e sicurezza sono allocati nel sottosuolo, mentre la libreria e la caffetteria sono al livello strada. Il primo piano, che è un tutt’uno con il secondo, è uno spazio a doppia altezza per eventi, mostre o qualunque altra cosa. Gli uffici della Fondazione e le stanze per la ricerca sono ai due piani più in alto, e il quinto, sotto al tetto vetrato, è una straordinaria sala di lettura.

MILAN CITY WALKS